Programma Utilizzo Città dei Ragazzi Vigonza

Occupata Davide
Avviare Data / Ora:
sabato 6 luglio 2019
Data fine / Ora:
sabato 6 luglio 2019
Evento Ricorrente:
Evento Una volta
Importanza:
Priorità normale
Descrizione:

Occupata

Posseduto da luca Su lunedì 24 giugno 2019

Prenotazione struttura

Email(*)   
Telefono e/o Cellulare (*)   
Cognome e Nome Richiedente (*)   

Indirizzo (*)  
Città (*) 
 
Periodo che si desidera prenotare (*)  
Motivo della prenotazione (*)   



(*)
Immagine CAPTCHA
Inserisci questo codice nel riquadro sotto
 

(*) campi obbligatori     

Regolamento
Parti integranti del regolamento verranno definite in
fase successiva in caso di conferma prenotazione:

Alcuni estratti dal regolamento base della Città dei Ragazzi.


Le associazioni, in caso di conferma positiva, della richiesta di utilizzo della città dei ragazzi rilasceranno copia integrale del regolamento con eventuali appendici di restrizioni o aggiunte di ulteriori implementazioni del seguente regolamento per un corretto utilizzo dell’area.

ART. 3 – MODALITA’ DI ACCESSO

Il comportamento degli utenti deve essere sempre tale da salvaguardare la propria e l’altrui sicurezza oltre al decoro dovuto per l’utilizzo di un bene pubblico. Ogni utente è tenuto inoltre al rispetto dell’ambiente, al corretto utilizzo delle attrezzature presenti nella “Città dei ragazzi”, nonché al comportamento corretto e decoroso nei confronti degli altri utenti.

Su tutta l’area - “Città dei ragazzi” - valgono le seguenti regole:

  • le feste in genere, come quelle di compleanno, potranno avere luogo solo previa autorizzazione delle associazioni gestori; per ragazzi fino a 16 anni la sottoscrizione della domanda deve essere fatta da un soggetto maggiorenne.

  • è consentito fare o riprodurre musica, concerti, e canti, nel limite dell’orario di apertura, e comunque non oltre le seguenti fasce orarie: 8-13 e 15.00 -23.30. Possono essere prescritte restrizioni e/o estensioni di orario per determinati periodi dell’anno o per eventi speciali con apposito provvedimento del dirigente responsabile, comunque rientranti nei limiti previsti dal Piano di Zonizzazione Acustica comunale. 

  • è vietato circolare con cicli, motocicli, automezzi o altri mezzi di locomozione, ad eccezione dei mezzi autorizzati per ragioni di servizio; 

  • è vietato salire sugli alberi, appendervi o affiggervi qualsiasi cosa, scuoterli, colpirli, inciderli o danneggiarli in qualsiasi modo;  è vietato sporcare ed imbrattare il suolo e le attrezzature presenti;

  • è vietato asportare o comunque danneggiare piante, arbusti, tappeto erboso e seminati. In particolare è vietato manomettere ed asportare parti del suolo, sottosuolo, copertura verde, fiori e piante in genere;

  • è vietato abbandonare, catturare, molestare o ferire intenzionalmente gli animali dimoranti nel parco;

  • è vietato utilizzare impropriamente panchine, arredi, fontane, giochi dei bimbi;

  • è vietato utilizzare le attrezzature ricreative alle persone maggiori di anni 14;

  • è vietato abbandonare rifiuti fuori dagli appositi contenitori;

  • sono vietati tutti i giochi e le attività (qualora non espressamente autorizzate) che implicano lanci di oggetti a distanza non controllabile e, comunque, tutti quelli che possono costituire pericolo per l’incolumità delle persone;

  • è vietato il gioco del pallone organizzato degli adulti; è consentito il gioco spontaneo dei bambini o ragazzi;

  • i bambini al di sotto degli 8 anni devono sempre essere accompagnati da persone adulte e da queste costantemente sorvegliati a vista;

  • è vietato bivaccare o installare attrezzature permanenti da campeggio, allestire gazebo, piantare pali, attrezzature espositive ed ogni altra qualsivoglia struttura, se non previa autorizzazione del Responsabile;

  • è vietato posare qualsiasi segnaletica e/o pubblicità mediante striscioni o volantinaggio all’interno dell’area;

  • è vietata la questua sotto qualsiasi forma, salvo la raccolta di fondi a scopo di beneficenza o filantropici autorizzati preventivamente dall’Amministrazione.

Per quanto non previsto dal presente articolo, valgono le norme del Regolamento di Igiene Ambientale e di Polizia Rurale per l’utilizzo degli spazi comunali, per quanto compatibili. Eventuali deroghe potranno essere di volta in volta stabilite dall'Amministrazione Comunale per consentire particolari manifestazioni locali ed occasionali.

ART. 4 – UTILIZZO

L’utilizzo generico, libero e gratuito, è consentito a chiunque, con semplice apposizione della propria firma in apposito Registro tenuto presso l’ufficio di guardiania della “Città dei ragazzi” (Contattare le associazioni che gestiscono l’area), dal quale devono risultare tutti i dati necessari per una rintracciabilità del soggetto utilizzatore. Al di fuori dell' utilizzo generico dell’area, è consentito l’utilizzo per attività collettive, manifestazioni, iniziative culturali, ricreative e didattiche, solo su espressa richiesta scritta debitamente autorizzata se l’iniziativa o l’attività implica una occupazione dell’area illimitata nello spazio e per un impegno orario superiore alle 4 ore. L’autorizzazione verrà valutata dall’Amministrazione a cura del Responsabile del servizio e, comunque non verranno rilasciate autorizzazioni per manifestazioni incompatibili con l’ambiente naturale e le finalità della “Città dei ragazzi”. L’utilizzo dell’area da parte di soggetti privati, associazioni, comitati o di altri organismi, fuori dagli orari di apertura, è soggetto al pagamento della tariffa stabilita annualmente con provvedimento della Giunta Comunale. Le manifestazioni dovranno svolgersi senza danneggiare in alcuna forma le aree verdi e senza impedire la fruizione pubblica dell’area, al di là del tempo strettamente necessario allo svolgimento della manifestazione. In ogni caso l’utilizzo dell’area non deve essere precluso al pubblico negli orari di apertura. Chiunque nell’utilizzare l’area apporti, in qualsiasi modo e misura, una modifica allo stato delle cose così come presenti e consegnate, è tenuto alla messa in pristino a propria cura e spese all’atto di riconsegna dello spazio assegnato.

ART. 5 – SANZIONI

Le violazioni al presente disciplinare saranno punite con le sanzioni da un minimo di euro 50 ad un massimo di euro 500 in base alla gravità, facendo comunque salvo il risarcimento degli eventuali danni materiali che venissero contestualmente accertati.

Art. 6 – RISARCIMENTO DEI DANNI

In tutti i casi di infrazione delle norme del presente disciplinare, l’autore della violazione o la persona per esso civilmente responsabile è obbligata (oltre alla sanzione amministrativa) al risarcimento dei danni arrecati al patrimonio naturale e alle attrezzature dell’area. Per la quantificazione del risarcimento si considera il costo delle opere di sostituzione o riparazione o ripristino, maggiorato di una percentuale del 10% a titolo di spese generali. Alla riscossione delle somme a titolo di risarcimento si provvede mediante le procedure previste dall’Amministrazione per le entrate patrimoniali. Il Comune declina ogni responsabilità in ordine a danni a persone o a cose che dovessero prodursi a seguito di negligenza o per il mancato rispetto del presente disciplinare da parte degli utenti. Eventuali reclami o segnalazioni inerenti l’area e le strutture in parola vanno comunicati al personale dell’Ufficio Tecnico Manutenzioni del Patrimonio.

Art. 7 – VIGILANZA E CUSTODIA

L’attività di vigilanza relativa all’applicazione del presente disciplinare è esercitata dal responsabile dell’associazione o del soggetto affidatario in convenzione della gestione dell’area, o da personale comunale se in gestione diretta; in tal caso quest’ultimo ha comunque accesso immediato in qualsiasi momento per verificare la corretta gestione e utilizzo. Il Personale comunale è preposto alla prevenzione (mediante informazioni e raccomandazioni) da parte degli utenti di comportamenti contrari, in tutto o in parte, al presente disciplinare e all’accertamento delle infrazioni anche mediante l’identificazione dei soggetti trasgressori.